30 ottobre 2010

Che nervii..




Odio il mio corpo!!!!


Nessuna novità... tutto procede come al solito, cioè MALE.


Ma va bene così. Fino a quando non ci sarà una svolta starò male... 


Primo o poi le cose cambieranno. 


Forse da domani.. oggi ci sarà la torta per il mio compleanno e anche se ne mangerò solo una fetta non posso dire di iniziare da oggi a restringere la mia alimentazione. Per quella stupida fetta di torta inizierò domani se avrò ancora la voglia come oggi.


Un saluto


Lara

28 ottobre 2010

My B-day!




Ciao ragazze, oggi è il mio compleanno e sapete... dopo tanto tempo oggi ero felice. Tutti i miei compagni, prof a scuola mi hanno fatto gli auguri. Hanno cantato TANTI AUGURI A TE i varie lingue mi hanno fatto dei regali. Dopo scuola sono andata con 7 mie compagne a mangiare qualcosa e non ho pensato alle calorie o altro. Perchè ero felice.. Cosa che non capitava da tanto tempo. Ho mandato a mia sorella gemella che si trova a casa un biglietto d'auguri e lei mi ha risposto grazie che ci aveva pensato anche lei ma non aveva il mio inderizzo. A me sa tanto di scusa però non importa. Ho passato una bella giornata con nuove compagne che conosco da poco più di un mese e mi sono divertita questo è l'importante! 


Il mio corpo continua a non piacermi e mi fa piacere che oggi io abbia accantonato questo pensiero, non mi era mai successo. Però solo fino a quando ero con le mie compagne. Ora è tornato tutto come prima.. la mia solitudine, il mio odio per il corpo e il cibo, il grasso.. ecc.. tutto come prima. 


Un bacio 




Lara

24 ottobre 2010

Inferno..

Questa non è vita... non posso abbuffarmi e abbuffarmi ogni giorno... non sono mai abbastanza piena.


Mio padre sulle email che mi scrive dice che gli manco, che mi pensa sempre e che è FIERO DI ME.
Me lo dice adesso... che sono a 1000km di distanza? Forse solo perchè i miei fratelli lo fanno disperare?! non lo so.. ma questo non aiuta. Mi fa piacere se lo pensa veramente ma sono dovuta partire e andare lontano per sentirmelo dire??


Non riesco più a seguire una dieta.


Cosa mi succede?? Sto ingrassando di nuovo.. MANGIO:...MANGIO.... quando finirà????


Tra l'altro nella scuola che frequento c'è un ragazzo che mi ha colpito, premetto dicendo che da quando mi sono mollata con il mio ragazzo (lo scorso maggio) non mi è più interessato nessun ragazzo.. e ora arrivo li e lo noto subito solo perchè assomiglia tremendamente al mio ex, occhi, capelli, sguardo perfino il corpo e i gesti. Ma il mio ex l'ho dimenticato, non mi piace più dopo tutto quello che è successo (storia lunga). Però questo ragazzo mi ha preso.. ma non ce l'ho in nessuna lezione e non so bene come iniziare a parlarci. NO, non voglio che sia io a parlarci per prima, basta correre dietro hai tipi, se loro non vengono non gli interesso! per un momento dimenticavo che non voglio più essere come ero prima. Ora chi mi vuole mi cerca e gli altri si arrangino. Non voglio piu stare male.. sto già male per colpa del mio corpo che non accetto non ho bisogno di amori sbagliati o non corrisposti. E la felicità non bussa alla mia porta quindi rimango nel mio inferno personale, ormai ci sono abituata.. A casa nessuno mi dice le novità.. dicono che non ce ne sono ma poi vengo a scoprire che ce ne sono molte...


Ormai non ci posso fare niente..


Triste


Non riesco a piangere


Solitudine 


Addio...





19 ottobre 2010

Lewis Carrol "Alice nel paese delle meraviglie"


Sono andata a Oxford (UK), due settimane fa e c'era questo negozio : Alice's Shop

Alice, al gatto: < Vorresti dirmi di grazia quale strada prendere per uscire di qui? >
< Dipende soprattutto da dove vuoi andare > , disse il gatto.
< Non m'importa molto... > Disse Alice.
< Allora non importa che strada prendi > Disse il gatto.
< ... Purché arrivi in qualche posto >, aggiunse Alice a mo' di spiegazione.
< Ah, per questo stai pure tranquilla, > Disse il gatto, < Basta che continui a camminare >.


5 ottobre 2010

Cosa succede?!


Succede di tutto.. ho un estremo bisogno di parlare con qualcuno. Una persona che mi capisca, mi sostenga e mi stia accanto anche solo metaforicamente parlando. Io dovrei essere molto felice, dato che mio padre con tutti i problemi di soldi eccetera è riuscito a mandarmi qua in Inghilterra per 6 mesi a imparare l'inglese e a maturare un po'. L'ha deciso lui.. cioè mi ha chiesto se andava bene e io gli avevo risposto di si perchè comunque nella mia famiglia io non mi ci trovo per niente. Avrei bisogno di una figura femminile che in casa non c'è… ho mia sorella che tra l' altro è la mia sorella gemella cioè siamo cresciute insieme, eravamo nella stessa pancia e ho bisogno di parlare con lei ma basterebbe anche solo un abbraccio, non le sue grida contro di me o le sue mani alzate..per questo ho anche voluto andarmene, per lasciare la sua vita dato che non vuole che io ne faccia parte. Sono solo un peso per lei, e questo fa male! Vorrei davvero parlare con lei ma non è possibile perchè dalla morte di mia madre di quasi 7 anni fa è cambiato tutto. Forse era Leimia madre, la colla che ci teneva unite, lei che ci comprava tutte le cose uguali, che non ci faceva litigare, che non ci faceva mancare niente. Con lei c’era la felicità e tutto andava più che bene, riusciva a tenere sotto controllo tutto. Era una mamma più che fantastica. Ma quando se n'è andata tutto questo è andato via con lei..come se se lo fosse portato via con se. Mia sorella già alle elementari aveva trovato un'amica che dapprima è diventata la mia “migliore amica” ma non andavamo per niente d'accordo ( e nemmeno tutt'ora), litigavamo sempre perchè questa "amica" non sopportava di vedere me e mia sorella insieme. Cioè lei voleva essere amica di una soltanto e quindi per questo io ho rifiutato la sua amicizia perchè mettendo sulla bilancia mia sorella da una parte e questa ragazza dall’altra, è ovvio che vinca mia sorella. Che io voglia rimanere con mia sorella no?!Ma questa ragazza non si è arresa ha fatto lo stesso gioco con mia sorella e lei indovinate chi ha scelto... me?? No...... ha scelto questa ragazza e io ero sempre quella di troppo. Ma a quei tempi c'era ancora mia madre e le cose andavano, lei ci faceva tenere unite e diceva sempre che noi siamo gemelle e che dobbiamo rimanere unite, farci forza a vicenda. Mia madre lo diceva a mia sorella di restare con me e non lasciarmi da parte perché tra le due lei ha sempre avuto il carattere più forte, io sono stata sempre un po’ più quella timida e riservata e per questo avevo un enorme bisogno della mia gemellina. Arrivando alle medie e senza mia madre tutto fu più difficile e noi ci siamo divise sempre di più arrivando a litigare in continuazione e io mi sentivo sempre più inadeguata con lei e il mondo intero. Penso che sia stato quel periodo che mi ha fatta cambiare ed entrare in questo mondo... e che pure tutt'ora ne faccio parte.  Solo che in questi anni dimagrivo ed ero felice ma poi appena arrivava una delusione iniziavo a mangiare e chiudermi più in me stessa e ingrassavo.. è sempre andata così. Ora dopo anni non è cambiato molto..sono diventata sempre più invisibile per la mia famiglia e mi ha aiutato molto vivere un anno e mezzo circa lontana da casa. Tornando quasi tutti i fine settimana a casa ma durante la settimana studiavo da un'altra parte e mi trovavo bene, lontana da tutti. Avevo quattro amiche fantastiche in quella città e avevo lasciato da parte tutti i problemi e il mio voler dimagrire perchè a quel punto io stavo bene e non c'era bisogno di dimagrire per farlo vedere perchè loro in me avevano trovato qualcosa anche con qualche (troppi) kg di troppo. Solo che anche quel periodo è finito.. tutte ci siamo divise, tornate a casa e abbiamo iniziato tutte una nuova scuola e tutte una differente. E di conseguenza i problemi sono tornati. La cosa più brutta è che io adesso sono qua a  1000 km da casa e dovrei essere felice perchè sono poche le persone che a quasi 17 anni possono andare in un altra nazione a studiare ma non riesco a esserlo perchè dentro sto morendo.. Non ci credo che sto scrivendo tutte queste cose... ma si vede che avevo davvero un bisogno di parlare.. di dire almeno un quarto delle cose che non vanno in me..  In questo momento io non riesco a non mangiare. Io mangio, mangio e mangio e non posso vomitare niente dato che vivo in una casa famiglia. Fossi stata a casa non me ne sarebbe importato perchè tanto non avrebbero sentito niente, c'è sempre la tv accesa in cucina, mio fratellino in camera con la sua musica e dall altra parte mia sorella chiusa nella sua di camera (abbiamo la camera separata come voleva lei) con la sua di musica e chi avrebbe sentito. Sinceramente penso che nessuno se ne sarebbe nemmeno accorto se non avessi mangiato... Qua invece non è così.. io mangio per risolvere un po' la situazione perchè penso la gente mangia e sta bene ma sono un illusa.. loro mangiano, stanno bene ma io non sono di questo mondo. Ho avuto troppe sofferenze e troppe delusioni. Sono stata troppo male.. e vicino non ho nessuno. Tutti hanno i propri amici e io non riesco a trovare amiche che mi capiscono e il mio desiderio più grande al momento è riuscire a trovare la forza per dire STOP al cibo come riuscivo benissimo a fare fino a 15 giorni fa.. essere più forte del cibo perchè se io mangio lui mi da in cambio il grasso e io non lo voglio quindi devo essere forte e non mangiare ma non ci riesco.. spero di riuscirci presto.. non posso nemmeno chiedere aiuto a voi perchè la forza di volontà la posso trovare solo dentro di me. Io lo so questo ma cedo sempre e sono grassa.. Vorrei tanto dimagrire, arrivare ad essere leggera e sperare che la gente mi consideri di più, che la mia famiglia mi consideri di più. Ho sempre sentito dire dalla mia famiglia che sono grassa, mio padre mi diceva: guarda che se mangia ancora quella cosa il culo ti diventa sempre più grande, e non capiva che mangiavo per non sentirmi sola. Oppure mia sorella (che è sempre stata più tondina di me) mi diceva se gli pestavo il piede per sfaglio: ahia, ma quanto pesi,sei grassissima  e molte altre cose e mio fratellino pure: ma quanto sei grassa.. hai ciccia dappertutto bleaa.... Ogni parola era un colpo, e spero tanto di riuscire ad essere magra per natale. Vorrei che se non io ma almeno gli altri che mi vedano dimagrita e non poco. (A natale torno a casa per le vacanze) essere dimagrita tanto per me significherebbe prima di tutto che sono superiore al cibo perchè lui mi fa stare sempre male.. non quando lo mangio, in quegli attimi sono al settimo cielo ma dopo con i sensi di colpa ma voi lo sapete bene.. secondariamente pensare che quelle frasi dette dalla mia famiglia non servano più e che si dovrebbero guardare LORO. E poi per me stessa, sentirmi bene con il mio corpo e sperare che le cose vadano meglio con la famiglia ma anche in generale. 

Penso di avere scritto troppo.. e non se nemmeno se qualcuno arriverà a leggere quest'ultima frase.. Per chi lo farà ringrazio di cuore. 

Un bacio

2 ottobre 2010

Ho avuto il coraggio di pesarmi di nuovo


Dopo alcuni giorni ho avuto il coraggio di salire su quella maledetta bilancia, il VERDETTO?? 57 tondi tondi.. dai non è cosi male... cioè SI LO È, però può ancora andare... non ce l'avrei fatta a vedere un 58 o 57 punto qualcosa.. mi dispiace che circa 10 giorni fa ero arrivata hai 54 e stavo bene anche se non mi piacevo per niente fisicamente ma ero più vicina al mio primo obbiettivo cioè i 50 kg. In questi giorni ho iniziato di nuovo a mangiare meno, più cose sane e a orari non troppo distanti l'uno dall altro così eviterò di abbuffarmi e perdere il controllo. Credo che così ci impiegherò un attimo di più ad arrivare al mio obbiettivo ma penso che forse è meglio perchè cosi non mi abbufferò (lo spero) e non dovrò iniziare da capo per l'ennesima volta. 






È da alcuni giorni che ho un pensiero in testa, no non solo uno. Per la verità solo parecchi come ad esempio vorrei in qualche modo liberarmi di questo dolore che sento dentro, vorrei poter piangere come facevo una volta per sfogarmi, per fare uscire quello che sentivo dentro che alla fine era tutto rimasto uguale ma almeno mi ero sfogata, avevo buttato fuori qualcosa e mi sentivo meglio. Prima quando qualcosa andava storto o anche solo per nervosismo piangevo, quando volevo buttare fuori la mia malinconia, i miei dispiaceri e le mie paure le lacrime mi confortavano. Adesso non c'è niente che che ha preso il posto alle lacrime e mi sento peggio.. davvero tanto peggio.