16 febbraio 2011

Normalità

Cos'è la normalità in fondo??
La mia vita è monotona... i miei giorni tutti uguali sono, ma mi va bene così. I cambiamenti mi piacciono ma non mi piacciono quelli che mi stravolgono.. come quando arrivano quei ragazzi che ti sembrano tanto gentili e dolci con te e che pensi: "questo diventerà il mio ragazzo" poi ci si mette insieme e dopo poco finisce e arriva la domanda perchè??? E la risposta non la sai mai...

A volte penso che vorrei avere un ragazzo.. qualcuno di cui posso fidarmi e che mi stai vicino. Ma non c'è mai... Quando c'è qualcuno io ho sempre paura e scappo.. quando solo sola vorrei qualcuno al mio fianco, com'è possibile?

Pero' mi continuo a ripetere che se sono cosi' grassa nessuno vorrà mai stare con me. Il mio corpo non mi piace affatto e nemmeno agli altri... il mio carattere fa schifo... con le amiche femmine vado sempre bene, mi piace scherzare e sono me stessa ma invece quando si parla di sesso maschile non so perchè mi viene paura, mi allontano e non voglio pensarci ma non so bene come mai.. Puo' essere perchè sono stata ferita tante volte dai ragazzi e che adesso non mi fido piu'.. Quando vedo un ragazzo... forse è meglio se dico vedevo perchè ora sono piu' sempre in cerca di uno sguardo maschile... dicevo che quando uscivo e vedevo un ragazzo me ne andavo a testa bassa pensando sempre che stesse pensando :"oddio che grassa che è quella.." o che brutta che è... niente mi ha mai fatto pensare il contrario... ma non so..

3 commenti:

  1. E' l'esatto opposto di quello che accade a me: coi maschi riesco ad essere me stessa e a creare solidi rapporti, con le femmine mi sento sempre un po' a disagio. Ma la motivazione di base è sempre quella: sfiducia in noi stesse.
    Cavolaccio, perchè? Noi valiamo!
    Ce lo dicono in tanti, perchè non riusciamo a crederci?
    Valiamo... con 40, 50, 60, 70 o 80 kg, noi valiamo! Anche con le nostre lune storte, coi nostri capricci, con la nostra sbadataggine, con la nostra aggressività, anche spettinate la mattina o vestite alla scazzo più totale nelle giornate post-abbuffata.
    Siamo uniche nella nostra imperfezione. Ed è questo che ci rende perfette nel nostro genere.

    Ti abbraccio forte,
    IlFioreDelMale

    RispondiElimina
  2. Ehi :)
    Vedo sempre che commenti molti blog che seguo anche io, e infatti mi ero ripromessa di passare, ma alla fine mi sono dimenticata.
    Anyway, La mia vita è come la tua simile, e io odio i cambiamenti, almeno quelli grandissimi che stravolgono.
    Vorrei avere anche io un ragazzo, invidio le mie amiche fidanzate da anni e anche quelle fidanzate da mesi, vorrei una rgazzo che sappia accettarmi così come sono, con un caratteraccio e un fisico non stupendo.

    Ti stringo forte,
    Oli.

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, ma lo sai quanto ti capisco...? E' quella paura di fidarsi di qualcuno ancora, di essere per l'ennesima volta usate, deluse... e credo che la paura serva dopotutto, perchè è vero, è vero che bisogna vivere il momento, godersi quell istante lì, ma se noi siamo alla ricerca di certezze, di qualcosa che duri, qualcuno che non se ne vada... è inutile che ci buttiamo a capofitto in qualcosa di cui non siamo certe, non pensi?
    Anche a me anni fa capitava sempre di pensare questo, e anche adesso ad essere sincera. Ogni volta che passa un ragazzo e mi guarda penso "Penserà che sono una grassona, brutta ecc.", però per fortuna me ne frego, non cerco amore nello sguardo del primo ragazzo che incontro come facevo anni fa. Lo facevo... perchè amore per me stessa non ne avevo, lo cercavo solo negli altri. E ho capito che finchè non ci si ama, finchè non ci si arriva a dire "Io sono perfetta come sono di quello che pensa la gente me ne frego", purtroppo non si vivrà mai serene.
    E poi i ragazzi all inizio fanno tutti i dolci, i carini, ma evidentemente perchè hanno doppi fini. Sai cosa sono arrivata a pensare dopo tutti questi anni? Che è piu' sincero un ragazzo che mi tratta male, che è sfacciatamente sincero, che non si fa troppi riguardi per me, ma CHE MI CERCA e non se ne va, piuttosto che uno che mi chiama "tesoro" e sparisce il giorno dopo e non torna piu'.
    A volte la gentilezza nei ragazzi è solo motivo di utile, è solo segno che vogliono qualcos altro... difficile che ci sia amore.
    A me è capitato fin troppe volte... ma quel ragazzo di cui scrivo sempre nel blog, G., bè, lui mi conosce da una vita... però non è mai sparito del tutto, per questo io non riesco proprio a voler incontrarne un altro, per questo aspetto lui anche se forse è un sogno impossibile....perchè è la mia sola certezza.
    E' l unico modo che ho per imparare ad amarmi...confrontando ciò che farei per lui con ciò che farei per me, e trovando così un equilibrio.
    Comunque, so quanto tu vorresti un ragazzo a fianco, ma se posso darti un consiglio finchè non ne conosci uno che dimostri davvero di essere interessato a te, ma che non sia bravo solo a fare buon viso a cattivo gioco... lascia perdere, punta su te stessa.
    So che è dura... ma le soddisfazioni arrivano dopo settimane, mesi, quando meno ce lo aspettiamo. Magari quando sarai tornata a casa quest estate sarai soddisfatta di te, e saprai anche di chi hai realmente bisogno, saprai cosa vuoi... vedrai che andrà tutto bene. Non avere fretta perchè le cose migliori richiedono tempo :) anche io voglio crederci... ti ringrazio per starmi vicina <3
    Un giorno di questi mi prenderò del tempo per risponderti con calma alla tua bella mail.
    Ti voglio bene!

    Laura

    RispondiElimina