25 settembre 2011

25.09.2011

Siamo a fine settembre... io non dimagrisco... il mio stato dentro non cambia. E tutto così monotono.


In casa continuo a litigare con tutti... ma non sono io.. cioè è impossibile che è sempre colpa mia, è impossibile che inizio sempre io a litigare... Tutti a casa mi dicono che sono un P A Z Z A, forse lo sono davvero, chi lo sa!


Non è possibile che io non riesca a seguire una dieta... la voglia c'è ma poi ricevo una delusione a casa e mi butto sul cibo come facevo un tempo... pensando che quel stramaledetto cibo mi aiuti a colmare quel vuoto interiore che però non è cosi, e me ne rendo conto solo quando mi peso... perché peso sempre di più....


Non è possibile che ogni giorno io pianga tante volte... ogni notte mi sveglio e piango a dirotto o mi sveglio che già sto piangendo..e non riesco a smettere fino a che non mi riaddormento sempre piangendo. è un incubo e non riesco a trovare una soluzione..


Non è possibile che mio padre mi dica che per trovare una psicologa devo dire al suo amico psicologo cosa non va... per trovare la psicologa giusta... Io voglio una che sia una donna... che cerchi di capirmi PUNTO, se mio padre pensa che io dirò anche solo una  parola a quel suo amico si sbaglia, oltre che nemmeno ci riuscirei ma lui non lo capisce questo. Mio padre non sa nemmeno quanta forza mi ci sia voluta per riuscire a dirgli che avevo bisogno di una psicologa.. il tempo passa e il vuoto dentro aumenta.


Adesso mi guarderò il cigno nero.... buon pomeriggio a tutte


Un abbraccio


Laretta


6 commenti:

  1. Non sei pazza, chiedi solo un po di aiuto e nessuno te lo da. Non chiedi la luna cazzo, chiedi solo una psicologa in grado di aiutarti, non mi pare una pretesa chissà quanto impossibile da realizzare! Per i pianti ti capisco in pieno, ank io nn faccio altro ke piangere e purtroppo ancora nn ho trovato una soluzione. E anke io cm te non riesco a calare di peso...l'unica cosa è farci forza a vicenda con la speranza ke prima o poi questa situazione si sblocchi e possiamo stare bene entrambe. Ti sono vicina, un bacione

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace per le incomprensioni in casa, ti capisco bene, da me la tensione ormai si taglia col coltello..
    Comunque se posso permettermi un suggerimento, perchè non provi in un consultorio? un abbraccio ^^

    RispondiElimina
  3. Ciao piccola, mi dispiace per questa situazione. Sei molto stressata per questo continui a litigare, poi mangiare, poi piangere.. E' tutto un circolo vizioso.
    Cerca di ritrovare la calma. In qualche modo. Lo so che e' difficile ma se continui cosi' non finira' mai e starai sempre peggio. "Conta fino a 10" o cerca di parlarle, non discutere. A volte e giusto anche non dire niente e ignorare.
    Prenditi del tempo per te stessa. Se discuti o ti senti giu, fai una passeggiata, mettiti lo smalto, chiama un'amica.
    Distraiti, il cibo non serve a nulla, anzi ti fa stare peggio.
    Fatti forza cucciola, ti sono vicina.
    Fai capire a tuo padre che e' importante che tu trovi una psicologa, e se non capisce, prova a trovarne una tu, chiamarla e poi far chiamare lei i tuoi genitori e convincerli.
    Ti abbraccio, S.

    RispondiElimina
  4. Devi farti forza Teoro.. Non sei pazza stai lottando per te stessa.
    Ti abbraccio, non abbandonare la battaglia :*

    RispondiElimina
  5. tuo padre la fa lunga!o gli dici'senti papà io vorrei solo provare ecco,è uno spazio MIO'
    oppure dici qualcosa al suo amico ma gli dici di mantenere il segreto professionale!
    hai bisogno di aiuto cavoli!
    mi dispiace che tu debba soffrire così nell'abulia generale..fai un altro piccolo sforzo e proponi quello che ti ho consigliato a tuo padre 'fingendo'che per te non sia così importante..ma alla fine otterrai un minimo di attenzione!
    io ti stringo forte forte..

    RispondiElimina