21 ottobre 2011

Tra una settimana faccio 18 anni...

È proprio così.... una settimana e sarò maggiorenne! Ma questo non mi tocca piu di quel tanto....anzi non mi fa felice per niente. Non vorrei nemmeno fare una festa ne niente perchè non mi divertirei... con questo stato d'animo, tutti questi problemi..... poi il fatto è che se fossi sola non farei niente ma io ho la mia sorella gemella che vuole andare prima a cena con le amiche e poi a bere qualcosa.. Poi vuole anche il BOA ROSA, LA CORONCINA IN TESTA e cose del genere che io non vorrei.... ne parleremo per trovare una soluzione.... cmq se poi non faccio neinte sicuramente tra 10 anni me ne pentirò.
Prima non vedevo l'ora di farli questi 18 anni ora invece vorrei avere ancora 16 anni dove non importa se non faccio niente.


Sono stanca di non trovare una persona che mi dia affetto, stanca di non andare bene a scuola.... ma anche se vado bene a chi importa?!

Piango ogni sera... si mi sfogo ma vorrei sorridere un po', trovare qualcosa che mi faccia un po' felice da aver un motivo per dire che mi piace questo mondo..... ora come ora non ce l'ho. Certo ho delle amiche che ci sono ma non sanno di tutto quello che ho dentro. Io voglio fare la forte della situazione, quella che non esporre i problemi che ha ma cerca di dare consigli e risolvere quelli altrui.

Quello che so è che vivere con mio padre è un inferno....... se non mangio, se sto male, maggiore della colpa è sua che mi fa sentire così ma lui non lo vuole capire..... lunedì vado dalla psicologa, il mio primo appuntamento con lei... spero vada bene anche se adesso non sono più molto sicura di esporle i miei problemi..... penso che dato che non gli ho mai detti ad alta voce, se lo faccio mi usciranno cose, parole strane... non riferite a me anche se non è così.... Chissà se è la cosa giusta?!


Lo scoprirò solo vivendo...


Un abbraccio

Laretta

5 commenti:

  1. E' vero, 18 è solo un numero, alla fine non cambia niente... tutto sta nel decidere se hai voglia o meno di passare una serata con le tue amiche e tua sorella... alla fine un compleanno è questo, no?!... lo stare una serata insieme alle persone cui vuoi bene...

    In bocca al lupo per il tuo primo incontro con la psicologa!... Fai benissimo ad andarci, è segno di grande coraggio e maturità, complimenti!... Parlale dei tuoi problemi per come ti escono, non cercare di accomodarti le parole, dai semplicemente sfogo alla tua interiorità... e se non riesci a dirle a voce, le cose, allora scrivile e poi fagliele leggere... perchè sono certa che una persona professionalmente preparata, se ti apri con lei, possa darti una mano a stare meglio...
    Un abbraccio...

    RispondiElimina
  2. 18 anni. Forse questo compleanno viene caricato di troppa aspettativa perché ti permette di fare delle cose (puoi votare, puoi guidare la macchina) e altre invece no (ad esempio sei imputabile).
    Però oltre queste cose, i 18 anni cosa rappresentano veramente? E' solo un numero, come dice giustamente Veggie.
    Dicono che rappresenti l'indipendenza però a volte non è così.
    Ogni compleanno dovrebbe essere festeggiato solo con le persone che vogliamo noi e non con quelle che ci sentiamo costrette.
    E' meglio non festeggiarlo il compleanno se si deve essere costretti a farlo soprattutto se a disagio perché poi si conserverà un ricordo orribile.
    Ti auguro che con la psicologa tu possa instaurare un rapporto di fiducia che ti aiuti e che ti guidi finché non sarai capace di abbandonare le tue "stampelle".
    Forse adesso ti sembreranno parole gettate al vento e senza significato, ma vedrai che un giorno ringrazierai di essere ancora viva (ho letto del tuo incidente) e sorriderai. Abbi fiducia. Non si vive per soffrire, ma per vivere nella sua forma più autentica.
    Spero che un giorno tu comprenderai queste parole

    P.S.: Ciao! Ho letto il tuo commento sull'ultimo post di Veggie e mi è venuto spontaneo venire qui e lasciarti un mio commento.

    RispondiElimina
  3. Heilà!!Eccomi!Solo che non mi permette di aggiungermi ai tuoi friends...Mah!Riproverò...
    Fare sempre i duri non va sempre bene;siamo esseri umani e abbiamo anche le nostre debolezze.
    Sei circondata da amici,ma alla fine tu sai fra loro chi mai potrebbe essere affidabile,onesto,solidale...ecc?No,non hai nessuna certezza,perchè non tisei mai mostrata e non hai dato la possibilità a nessuno di aiutarti,così come ti sei tolta la possbilità di scoprire quali sono gli amici veri tra quelli che ti circondano.Impara a scioglierti Lara,starai molto meglio.Spero che la psicologa sappia aiutarti e non sia una demente come mi è capitato di leggere dai post di altre ragazze...
    Te ne accorgerai se ti aiuterà o se gli incontri con lei saranno inutili.
    Tuo padre...eh,le ragazze come te han sempre problematiche legate alla famiglia...E' incredibile,i genitori non capiscono niente a volte,anzi,rovinano pure i figli!Porta pazienza,prima o poi ti capiterà l'occasione di uscire di casa...E' la soluzione migliore per te:stare lontana dalla negatività.
    Beh dai,anche se non ti va di festeggiare(pensa che io non ho MAI fatto in tutta la mia vita una festa di compleanno,mai!!!e l'avrei tanto desiderato...)fallo lo stesso un piccolo sforzo.Se ti tiri indietro ti viene ancora meno voglia.Fai a meno di addobbarti stile albero di Natale e stai in compagnia.Piuttosto che avere pensieri grigi..!
    Un abbraccione!(spero di potermi inserire tra i tuoi friends...uffa!!)

    RispondiElimina
  4. Piccola..quanto ti capisco..eppure tu sei fortunata ad avere ancora 18anni, puoi ancora cambiare in breve tempo direzione alla tua vita!L'incontro con la psicologa è già un importante traguardo, riconoscilo a te stessa,perchè è un tuo merito quello di affidarti a lei e lasciarti aiutare...non è mica da tutti sai...per tuo padre possoa capire cosa significa non averlo vicino o peggio vedere che ti fa ancora più del male non capendoti o disprezzandoti, ma arriva un momento in cui dobbiamo liberarci della presenza negativa dei nostri genitori,perchè è necesario per rinascere noi,per riprenderci noi!Se no rimaniamo sempre intrappolati nei nostri problemi|||
    La psicologa saprà guidarti e aiutarti a trovare un equilibrio...ma la cosa fondamentale è metterci la tua volontà nel voler stare bene, e tutta la forza che possiedi...tutto parte da te.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. Non importa quanti anni si hanno, ma come si vive la propria vita.
    E comunque, da buona vecchoetta quale sono, ti consiglio di vivere al meglio l'adolescenza perchè, non tornerà più.
    E' retorica, ma è anche raltà.
    Ti seguo
    fede

    RispondiElimina