9 novembre 2011

Guerriero della luce

Ogni guerriero della luce ha avuto paura di affrontare un cambiamento.
Ogni guerriero della luce ha tradito e mentito in passato.
Ogni guerriero della luce ha imboccato un cammino che non era il suo.
Ogni guerriero della luce ha sofferto per cose prive di importanza.
Ogni guerriero della luce ha pensato di non essere un guerriero della luce.
Ogni guerriero della luce ha mancato ai suoi doveri spirituali.
Ogni guerriero della luce ha detto "si" quando avrebbe voluto dire "no".
Ogni guerriero della luce ha ferito qualcuno che amava.

Perciò è un guerriero della luce: perché ha passato queste esperienze e non ha perduto la speranza di essere migliore.


Sono una guerriera della luce.... cerco sempre di fare meglio, di essere migliore anche se spesso non ce la faccio.

Ieri sono andata per la seconda volta dalla psicologa ma le ho raccontato solo cose che sono successe ultimamente, non le cose che ho dentro da tanto tanto tempo. Perché? Non lo so..... non ci riuscivo.... 

Con S. va bene.

Con la mia famiglia no..... sabato sera c'era la festa per il mio compleanno del 18... una cena tra amiche ma c'era anche mio padre e i miei due fratelli. Mi sono divertita tantissimo davvero tanto! Anche dopo che siamo andate in giro e poi ho visto S. e sono andata in discoteca con lui, suo fratello e la ragazza di suo fratello.  Io avevo un po' bevuto e ormai erano già le 5 del mattino e dato che io e S dovevamo passare la domenica insieme io sono andata direttamente da lui senza dire niente a casa. Mio padre si è arrabbiato e non mi ha più rivolto la parola da quel sabato sera..... oggi ho solo litigato con me ma non mi ha nemmeno guardata in faccia e quello che mi ha fatto male oggi è stato:

 - Io ho chiesto a mio padre: " Ma mangio sempre da sola non rimane mai con me?! " (io mangio piano....... più veloce non riesco e poi poco ma sono dettagli"
Lui non dicendo niente è rimasto in cucina in piedi con la bottiglia di vino in mano.  Appena ho messo le posate giù come dire che non mangio più mi ha chiesto: "Hai finito?"
Io: "Si...."
Lui ha preso ed è andato in salotto.

Mi ha spezzato il cuore.... mi ha fatta arrabbiare tantissimo!! Non immaginate! Volevo correre in bagno ma mi sono ripromessa di non farlo più quindi mi farò minimo due ore di cyclette!!!!!!!
Mi odia cosî tanto mio padre?! Io davvero non ce la faccio ad andare avanti così........ è dura per me. 


Vi abbraccio

By Laretta (guerriera della luce) 

7 commenti:

  1. Piccola, ciao.. scusami se non ti ho ancora risposto a quel tuo messaggio ma per me sono giorni orribili, e oggi particolarmente...però sappi che non ti ho dimenticata, che non voglio evitarti o simili, solo che giorni come questi sono così a corto di parole che non puoi immaginare...
    Mi si è spezzato il cuore nel leggere di tuo padre, di ciò che ha fatto... è incredibile, è senza cuore. Dico davvero, è senza cuore... ma come può trattarti così? Mi viene da piangere solo a pensare a quale situazione devi vivere in quella casa...
    Ti prego non darci peso, davvero... gli passerà prima o dopo. Gli passerà perchè sei sua figlia. Lascia passare dei giorni, e se non ti rivolge ancora la parola fallo tu, fallo parlare e dirti che cosa ha.
    E' giusto che tu esca a divertirti, porca miseria...è la tua vita, stai tornando a VIVERE dopo un periodo buio e lui ora ti tratta così?
    No piccola, reagisci! vivi! Non pensarci.... davvero...
    appena starò meglio ti risponderò a quel messaggio, te lo prometto <3
    ti voglio bene

    RispondiElimina
  2. mi spiace piccola, ma non preoccuparti, gli passerà, i conflitti con i genitori sono all'ordine del giorno purtroppo...in fin dei conti hai solo 18 anni e vuoi goderti la tua vita...sono contenta che con S. vada bene :)
    un bacio

    RispondiElimina
  3. grazie mille per il tuo commento.. da oggi ti seguo anchio.. non preoccuparti troppo per i conflitti con la famiglia, sono destinati ad esistere purtroppo.. <3 un bacio

    RispondiElimina
  4. Cucciola..
    Grazie..
    Grazie di cuore, per il tuo dolce pensiero..
    Nel tuo cuore, brilla questa dolce fragilità.. E parla timida..
    Basterebbe, ascoltar il tuo delicato grido d'amore, con il cuore..
    Ci vuol dolcezza, premura per amare questo dolore.. Ti capisco piccola, non servirebbero mille persone, accanto.. Se lontane, dll'anima.. Quella solitudine, non smetterà di battere nel cuore..
    Ma ricorda cucciola, anche un cuore solo, chiude in sè la purezza d'amore.. E, la forza di lottare..
    Ogni giorno..
    Ti sono vicina.. Non sei sola piccolina.. Mai..
    Ti stringo

    RispondiElimina
  5. l'ho letto un po' di anni fa quel libro, eppure leggendo la prima riga del post mi è tornato subito in mente...
    la sensibilità di alcuni genitori ha il potere di lasciarmi sempre esterrefatta, nonostante le innumerevoli dimostrazioni.
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. Son riuscita ad unirmi al tuo profilo con Explorer...Con Firefox non riesco,forse mancano dei cookies.Non so però come fare,non sono smanettona...:P
    Così passo a trovarti!
    Kiss
    Lisaveg

    RispondiElimina
  7. quanto odio gli psicologi,
    quanto odio i genitori.
    vorrei fossimo persone che nascono da sole e poi si scelgono o si scontrano.
    ..
    mah ..
    cmq io non dormo mai prima delle 6 del mattino...
    ora sto leggendo "e la mattina viene la gioia" (cioè il titolo del mio post)buffo no?

    RispondiElimina