4 aprile 2012

Hai ancora fame??



Guarda ciò che stai per mangiare. Poi leggi questo. Hai fame? Hai veramente fame? potresti farne a meno? Pensa a come ti sentirai grassa.Pensa quanto sarai grassa quando ti guarderai. Mandalo giù. Mandalo giù con un po' d'acqua. Ora. Subito. Dimezza il cibo. Buttane via metà. Ora guarda il cibo. Hai ancora fame? Vai e guarda lo specchio. Adesso. Girati. Elenca le cose che vuoi cambiare. Scrivile. ...Leggile. Due volte. Vai a lavarti i denti. Bevi un altro bicchiere d'acqua. Fai 10 addominali. Non ti senti grassa? Si, guardati. Guarda il cibo. Tu non lo mangerai. Quanto ti senti grassa? Quanto è gratificante quel che stai facendo? Getta via l'altra metà di cibo. Dalla a qualcun altro. Mettila da qualche parte. Scommetto che ti senti bene adesso. Fai altri 10 addominali. Vai a farti la doccia. Guardati allo specchio. Torna di là. Guardarti domani mattina sarà molto meglio. Pensa a cosa succede quando mangi qualcosa. Mastichi, deglutisci, e va nel tuo stomaco. Poi lentamente il corpo assorbe tutte quelle calorie, tutto lo zucchero, tutto quel grasso. Vai a guardarti allo specchio. Spingi la pancia. Spremi le braccia e le gambe. Bevi un bicchiere d'acqua. Delizioso e rinfrescante. L'acqua riempie. Priva di calorie. Super sana. Ora, pensa a qualcuno. Qualcuno che hai visto, qualcuno che conosci, un personaggio famoso. Pensa a qualcuna magra. Super bella. Stai diventando come loro. Ora pensa a qualcuno grasso. Qualcuno che hai visto, qualcuno che conosci, un personaggio famoso. Tu non sei cosi. Ti invidiano, vogliono essere come te. Ti guardano, sei fottutamente bella. Alzati. Allungati. Senti le costole. Pensa a quella persona grassa. A tutto il grasso che gli ricopre il corpo.
Grasso, obeso, porco, corpulento, gonfio..

HAI ANCORA FAME?

6 commenti:

  1. è utile pensarla cosi... davvero.. bisogna interiorizzare bene queste parole, perchè è vero che se non si ha fame, non bisogna mangiare
    ma solo nel caso delle abbuffate... perchè digiunare non porta mai a niente di buono... solo quando si mangia, senza avere davvero fame, ma voglia di qualcosa che non è cibo, allora bisogna obbligarsi a dire "hai davvero fame???"..

    ti stringo forte...

    RispondiElimina
  2. credo che invece dovremmo trovare un equilibrio, invece di fare la fame per tre giorni e poi abbuffarci fino a stare male, non credi?
    baci Luna

    RispondiElimina
  3. L'equilibrio delle cose sta nel mezzo:mangiare quando si ha fame,saper digiunare per fini terapeutici o comunque naturali,muoversi senza strafare...
    Bisogna trovare il benessere con se stessi e poi si può ottenere ciò che si vuole,altrimenti forzare il corpo come fosse ua macchina esterna(quando invece siamo un tutt'uno con esso)alla fine porta solo a risultati contrari.E MAI confrontarsi con gli altri,perchè non c'è un metro per stabilire quale taglia sia la migliore,anche perchè le costituzioni fisiche cambiano da persona a persona.
    Pensare a se stessi come si potrebbe essere,considerando il proprio metabolismo,la costituzione osseo-muscolare,ecc...senza confronti.Sennò non si vive.
    Forza,la pazienza è la virtù dei forti...
    Un abbraccione! <3

    RispondiElimina
  4. Credo che me lo segnerò! *-*

    RispondiElimina
  5. se ogni volta che dobbiamo mangiare ci attraversassero questi pensieri stimolanti, a quest'ora nessuna di noi avrebbe di cui lamentarsi del suo corpo. Spesso diciamo massì per questa volta....il matto è che un massì + un altro massì = 2 kg in più e ottomila sensi di colpa!

    RispondiElimina
  6. Grazie per essere passtaa!
    Terrò a mente questo post!!! :)

    un forte abbraccio!
    ti seguo :]

    RispondiElimina