27 aprile 2012

Ho fatto una cazzata..

Erano settimane.. se non qualche mese che non scrivevo post tristi, infelici.. con qualche problema perchè bene o male le cose andavano bene... ignoravo/sopportavo la mia famiglia, per cercare lavoro c'era ancora un po' di tempo.. il peso scendeva.. con il ragazzo tutto a posto ma questa settimana mio padre ce l'ha su con me più delle altre settimane.. forse perchè si preoccupa?! Perchè sa che ho il ragazzo e non gli sta bene? Perchè non riesco a trovare lavoro?! Non so.. ma potrebbe reagire in modi diversi se davvero questo è il motivo..
Forse stasera ci parlo..
Sicuramente o non avrò il coraggio o lui non avrà tempo per me. Sono anche sicura che finirò in camera a piangere però voglio SAPERE cosa passa per la sua testa, il motivo il quale lui mi ODIA..


Riguardo alla cazzata... mi vergogno solo a scriverlo ma se non lo dico a qualcuno impazzisco.. poi questo è il mio blog, se non ne parlo qua.. se non tiro fuori quello che ho almeno qua dove posso dire tutto quello che mi passa per la testa.. finisce male.
Ieri.. dopo che a cena erano tutti contro di me sono andata in camera mia a piangere almeno mi sono sfogata ma volevo rompere tutto.. avevo una tale rabbia dentro di me.. non sapevo chi chiamate.. non potevo urlare contro nessuno se non sfogarmi sul blog, cosa che ho fatto.. ma non è stato abbastanza..
Mentre ero sdraiata sul letto, ho girato la testa verso il comodino e c'era la forbice quella per le unghie.. molto appuntita.. mi è venuto un flash di un giorno di un anno fa.. mi pare fosse febbraio/marzo.. che è stata l'ultima volta che mi sono fatta male volontariamente con le stesse forbicine..
Dentro di me mi sono detta 1000 volte NO..NO..NO..NO..NO.. , non mi sono ascoltata.
Lo so che non si fa.. e sono la prima a dirlo, sta arrivando l'estate.. sabato mi metto il vestitino e vado in discoteca... ho il ragazzo... ma non mi sono trattenuta.. non l'ho fatto forte ma il segno è rimasto.. speravo di farlo un po' più leggero ma vabbè in qualche giorno passerà.. metterò una semplice benda solo che è successo un disastro.. ieri sera G. continuava a toccarmi il polso.. (è al polso che mi sono fatta un sacco di righe..) e un po' faceva male quindi senza dirgli niente gli spostavo il braccio.. pensavo senza che lui se ne accorgesse così facendo finta di niente.. ma lui l'ha notato e mi ha detto scherzando "ma com'è che mi togli sempre la mano.. sei di mia proprietà se voglio mettere la mano li la metto.." e io.. "sisi ok.." Poi ha notato che tenevo sempre la maglia con la mano... io più di non fargli notare niente più lui notava... solitamente nessuno nota niente.. ma ovviamente lui si.... :/ Io però rivedo e scherzavo per tutto il tempo con lui perchè sto bene e mi viene spontaneo di ridere quando c'è lui ma mi ha cmq detto che ero un po' strana.. a quel punto ho detto che faceva caldo in macchina e sono uscita. eravamo in un parcheggio sul lago, è il nostro posticino.. Lui mi ha chiesto se mi faceva male il polso.. gli ho detto nono.. tutto a posto e lui continuava..cercavo di cambiare argomento e lui continuava con il fatto del polso.. poi è diventato serio dicendo che voleva vedere il mio polso gli ho detto che non c'era niente e che non c'era bisogno ma lui continuava.. in un modo assurdo davvero.. era serissimo.. io continuavo a dire nono... e lui mi ha detto che se gli avrei subito fatto vedere il polso era tutto a posto ma tenendolo nascosto vuol dire che c'è qualcosa. Come ha ragione..
Io non ho ceduto.. lui si è inca.. a quel punto gli ho detto che mi ero fatta male.. e lui ha chiesto come.. gli ho detto con il ferro da stiro.. mi ero un po' bruciata e che c'era la benda e che non avrebbe visto niente.. (in verità la benda non ce l'avevo... :/) Mi sono pentita più che mai di aver fatto quello che ho fatto, di avergli mentito e mi vergognavo di dirgli come veramente stavano le cose...
Lui ha detto che non ci credeva che se era veramente così glielo avrei detto subito..e continuava a chiedermi di fargli vedere il polso.. che si stava preoccupando seriamente..  a quel punto ho detto che era già tardi e che era il caso di andare.. NON SAPEVO PIÙ COSA FARE.. STAVO PER METTERMI A PIANGERE.. VOLEVO DIRGLI LA VERITÀ MA AVEVO PAURA.. PAURA CHE REAGISSE MALE.. CHE PENSASSE MALE DI ME.. CHE NON MI VOLESSE PIÙ.. 
Lui ha preso ed è entrato in macchina e accendendo il motore.. io sono salita e lui è subito partito in direzione di casa mia.. andando spedito... era arrabbiato.. non sapete quanto mi dispiaceva stavo per mettermi a piangere ma mi sono trattenuta.. Un po' prima di casa mia si è fermato in un parcheggio.. e mi ha detto "vieni qua.. " Mi ha abbracciata.. chiedendo cosa c'era che non andava.. e mi ha chiesto se poteva pormi una domanda.. la domanda era :"Te lo sei fatta da sola?!" Non potevo mentire ancora.... ho risposto "Si..." A quel punto gli ho raccontato di mercoledì e di ieri.. ho raccontato della mia famiglia che non fanno altro che litigare con me e tutto.. mi è solo scesa qualche lacrima.. non volevo avere una crisi di pianto davanti a lui.... lui mi a abbracciata.. mi ha fatto promettere di non farlo mai piu.. che adesso c'è lui.. per tutto.. che anche se lavora o fa qualsiasi cosa io gli devo scrivere.. che devo ignorare mio padre.. e un po' tutte queste cose.. ma il polso non gliel'ho fatto vedere.. mi vergognavo troppo.. Quando lui stava tornando a casa mi ha mandato un messaggio con scritto che voleva vedere il polso.. piû che altro per vedere fino a che punto mi ero fatta male..

Mi sento una stupida.... lui mi ama.. lo so ma ho paura che se ne possa andare..che mi creda pazza o che altro.. mi ha detto di no però non ne sono sicura..
Ho dormito pochissimo stanotte.. e facevo sogni che lui se ne andava o che si arrabbiava cose così...

Speriamo in bene...
Un abbraccio
Laretta

Aggiornamento: No... non dirò più a mio padre cosa c'è che non va..... si è arrabbiato pure stasera.. e indovinate.. sono in camera a piangere.. mi ha detto di andarmene di casa.. che per lui non sono più sua figlia... che mi ammazzerà di botte se mi vede ancora in casa.... Non è vita questa.. NON È VITA... non ho una mamma e ora nemmeno piu un papà.... odio il fatto di non aver più un parente... si... avrei una famiglia che è molto amica mia... solo che abita a 2 ore e mezzo con il treno.. e io non ho i soldiper andarci... non lavoro... non trovo un cazo di lavoro... non so come fare...... non lo so... chi chiamare?!
mi rimane solo che piangere..... PERCHÈ MIO PADRE NON MI SOPPORTA?! PERCHÈ??????????


6 commenti:

  1. non preoccuparti piccola... ti ama e avrà capito sicuramente... magari vedilo di nuovo e osserva come si comporta... tu in fondo gli hai detto la verità, sei stata sincera e questo lui l'avrà apprezzato. Forza! un bacio

    RispondiElimina
  2. Dio mio che incubo devi vivere... ti capisco, tantissimo.. stavo per piangere.. sono quasi situazioni che ho vissuto anche io. La paura di essere scoperte.. la vergogna.. i pianti.. dio, ti prego sii forte. per lui.

    RispondiElimina
  3. :(
    Mi dispiace da morire! Io al posto tuo mi accontenterei di un lavoro qualsiasi momentaneamente, anche il più umile e me ne andrei di corsa di casa! Non puoi vivere così, ci rimetti in salute!!!
    E ti prego non farti più male, non serve a nulla. Ti sfoghi un secondo ma poi i sensi di colpa fanno anche più male, senza contare che fai preoccupare chi ti ama.

    Vorrei poterti aiutare concretamente, ma non so come fare :(
    Ti sono vicina piccola.

    RispondiElimina
  4. io quando avevo delle crisi di pianto e rabbia mi strappavo i capelli, poi mi dispiaceva e davo pugni al muro, poi mi faceva troppo male e ho usato la forza del pensiero e mi dicevo: questa rabbia se ne andrà, non si tratterrà, è dannosa....e così mi calmavo. Ma ti prego non farti del male...non ne vale la pena rovinarsi il corpo per quelcun altro, poi ti resta il segno a vita....vuoi avere quel ricordo a vita?
    Tesoro trova un modo per andartene di casa...la prossima cosa che potrebbe succedere è che veramente tuo padre ti metta le mani addosso! ci sono persone arrabbiate col mondo, e si sfogano appena arrivano a casa...tu non puoi avere una colpa tanto grave da meritare tutto questo, altrimenti lo sapresti! Ti prego vai via da tuo padre...quell'uomo mi preoccupa e le sue parole sono minacciose!
    vorrei essere li per aiutarti stella! ti stringo tanto

    RispondiElimina
  5. Oddio Lara,ho letto adesso...Mi dispiace tantissimo,non so che altre parole dirti...Se potessi,ti terrei io qui a casa mia,ma siamo lontanine...
    Senti cara,se hai la possibilità di andare da quella famiglia amica che hai,se sono disposti a tenerti...vai!!!Vai da loro per un periodo!!due ore mezza sono una stupidata,credimi,io avevo il moroso distante 350 km e in qualche modo ci si vedeva(3,5 ore).Stai con loro e vedi cosa fa tuo padre,se ti cerca e se ti chiede scusa.Mettiti d'accordo,dì loro che non hai soldi e che ti troverai un lavoretto dalle loro parti per non dover pesare sulle loro spese.Il tuo ragazzo lo puoi vedere nel fine settimana e per un periodo potete stare un po' separati(voglio dire,senza vedervi spesso come ora).
    Le parole di tuo padre sono una vergogna!Vattene,esci per favore,prima che vada fuori di testa ancora di più.E se in casa tutti ti sono contro,non vale la pena che tu ci resti.Ti prego Lara,non aspettare!!Non far degenerare ancora di più la cosa,staresti davvero male,e già quel gesto che hai fatto non è un bel segno...Non ti devi punire tu!ricordatelo!Tu non hai nessuna colpa.Sono gli adulti ad essere vigliacchi e a scaricarti tutto addosso.
    Forza Lara,non pensarci nemmeno!Chiama questi amici e spiega loro della tua urgenza,fai in modo che ti aiutino.
    E fammi sapere...
    Ti abbraccio forte <3

    RispondiElimina
  6. Il tuo ragazzo è davvero innamorato di te,questo posso dirlo con tutto il fiato che ho in gola e tu non devi vergognarti di qualcosa che,sì sai che è sbagliato,ma che bisogna dire a volte a qualcuno perchè solo così ci si riesce a liberare davvero del mostro.
    Alla persona che ami davvero non dovresti nascondere nulla,lo so alle volte è difficile,ma lo è ancora di più se le cose rimangono segrete perchè allora si finisce sempre con il mentire.
    Hai fatto benissimo a dirgli tutta la verità perchè è quello che si merita,credo che ti abbia ben dimostrato che non devi avere paura di lui o del suo ipotetico giudizio.
    Sono felice che tu abbia una persona così speciale al tuo fianco.
    Le parole di tuo padre sono di un vergognoso che non ha parole.Un padre non può dire certe cose ad una figlia,non si deve neanche permettere e ho paura che tu stia ancora in quella casa,sinceramente.
    Magari non succede nulla,ma io ho paura per te forse dovresti staccare,andartene da questa famiglia che ti è amica per un po' di tempo,continuare a cercare lavoro sono sicura che alla fine lo troverai.
    Non preoccuparti,noi ci siamo,sempre.
    Un abbraccio V

    RispondiElimina