16 agosto 2012

Due giorni strani..



Stanca di provare, stufa di piangere. Si, sto sorridendo, ma dentro sto morendo.


Ieri.. e l'altro ieri sono stati gironi strani. Racconto tutto dall'inizio..

Due giorni fa ho passato il pomeriggio con G. diciamo che è andato così così.. cioè lui era fantastico e tutto ero io che non stavo troppo bene.. ma non gliel'ho fatto notare. Quando siamo andati a prendere una granita lui mi fa che se volevo potevo prendere anche un gelato o un frappè.. io non sapevo decidermi ma non perchè ero indecisa di cosa mi andasse di più.. non so alla fine ho detto una cosa a caso.. e ho preso il frappè alla vaniglia. Poi durante il pomeriggio è capitato che gli occhi mi si riempissero di lacrime ma io le cacciavo indietro. Sempre.
Alla sera era più difficile cacciarle indietro... sapevo che la crisi di pianto sarebbe scoppiata a momenti.. ma mi sono trattenuta e ho iniziato solo quando sono entrata nel portone di casa... quella sera è stato un po' tutto strano.. mi ha detto che sarei stata benissimo anche in costume perchè parlavamo che saremmo andati ad una grigliata dove c'erano anche i suoi amici così li avrei conosciuti, il giorno seguente. Stavo pensando a cosa mettermi e mi ha detto di mettere il costume sotto.. poi magari di togliere solo il sopra ma non capisce che non ci riesco.. nemmeno ad indossarlo!! Anche se la spiaggia fosse vuota... se fossi sola al mondo non riuscirei a metterlo perchè saprei IO come sto con quel costume quindi NO, MAI!
Vabbè la serata si è conclusa un po' così.. però eravamo rimasti che ci saremmo visto il giorno dopo e saremmo andati a questa grigliata. Mi sono addormentata solo dopo le 4... nonostante mi dovessi poi alzare alle 7.... in quelle ore ho pianto e ho pensato molto... mi ero decisa ad andare perchè volevo conscere i suoi amici che non conosco ancora.. ero contenta di questo, poi si anche se sarebbe stata al lago avrei semplicemente messo pantaloncini corti e una canotta.
Il fatidico giorno mi sono alzata che si ero stanca ma cmq contenta della giornata. Ho fatto il bucato e poi mi sono preparata per andare con il sorriso stampato sulle labbra.. poi lui mi ha scritto qualche messaggio ma mi sembrava un po' distaccato.. un po' freddo e li ho iniziato a sorridere un po' meno e le lacrime a venire sugli occhi. Poi mi è venuto a prendere alle 4.. e mi ha chiesto se andavamo in un parco sulla panchina vicino a casa mia. Io mi sono chiesta perchè.. in teoria dovevamo andare al lago... da li ho iniziato a pensare ad un sacco di cose per il pomeriggio che siamo stati insieme.. facendo finta di niente del fatto che non siamo più andanti ma dentro pensavo a come mai non siamo andati, se aveva cambiato idea, forse non voleva piu farmi conoscere i suoi amici ma perchè?! Tutti pensieri così e continuavano a venirmi le lacrime agli occhi e io continavo a cacciarle via... il sorriso ormai era sparito.. Ho pensato che se dopo tutto questo tempo non mi ha ancora fatto conoscere con chi esce e nemmeno quel giorno forse si vergogna di me.. e mi sono fatta un sacco di paranoie.... volevo solo piangere.. andare a casa. Alla fine stava per accompagnarmi verso le 7... ma poi siamo andati in un posticino.. non ci siamo detto molto.. a me è scesa qualche lacrima... alla fine alle 8 sono andata a casa. Arrivata li le lacrime sono scese e non le ho fermate... e gli ho scritto un messaggio: "Scuami.. mi dispiace.. sia per ieri che per oggi.. mi è dispiaciuto non andare a conoscere i tuoi amici.. sarà per un'altra volta." Da li.. abbiamo un po' litigato.. alla fine sono andata in centro a fare un giro con mia sorella.. e non ho cenato. Alle 22.45 ci siamo sentiti in fb.. e abbiamo parlato fino alle 2... ho cercato di dirgli tutto.. con fuimi di lacrime.. lui non capisce tutto... lo prende un po' alla leggera.. non ci è passato e non capisce.. non gli do la colpa assolutamente ma non riesco a spiegargli esattamente come stanno le cose.. cmq in breve ho raccontato da dove  iniziato tutto.. e il mio odio verso il mio corpo è solo una conseguenza dalle altre cose che erano successe.. non so se abbia capito.. almeno gliene ho parlato.. finalmente.

Questo pomeriggio lo vedrò.. speriamo in bene.

Un abbraccio
Larettaa

4 commenti:

  1. Per esperienza personale...brutta esperienza personale...voglio darti un consiglio ma tu ti prego, ti supplico, se ami quel ragazzo ascoltami. Lui non capisce il tuo problema, ovviamente, ma lo sta condividendo con te perchè ti vuole bene, perchè ci tiene. Tu credi che sia solo una faccenda tua ma non è così, in realtà è a tutti gli effetti diventata una questione di entrambi, un ostacolo nella vostra relazione che ti impedisce di viverla fino in fondo. Lui non può comprendere il tuo problema ma vuole ugualmente esserti a fianco ed aiutarti, per quanto sia difficile...ogni tanto fai anche tu un passo verso di lui e metti da parte le tue paure per fare qualcosa che lo renda felice, per quanto sia difficile, ricambia i suoi sforzi. Un domani potresti avere tanti rimpianti...quante occasioni per vivere vuoi perdere in nome di questa paura del tuo corpo? Pensa a tutti i bei ricordi che potresti avere...giornate al mare con lui, con i suoi amici, ricordi romantici e divertenti...e tu li stai perdendo. Non aspettare per vivere, perchè il tempo andato non ritorna e forse anche le persone se ne vanno. Scusa il mio discorso, spero di non averti abbattuta ma ci tengo che tu capisca perchè non vorrei che ti succedesse quello che è capitato a me. Accetta il mio consiglio, ti giuro che non te ne pentirai, all'inizio sarà difficilissimo ma quando proverai cosa vuol dire essere felice davvero non vorrai più rinunciare a certi momenti per uno stupido numero sulla bilancia.
    Ti stringo, cerca di chiarire con lui, proponigli qualcosa di divertente da fare per ritirarvi su :)

    RispondiElimina
  2. Ti rispondo qui.
    Io sono stata in amenorrea per tre anni, mi sono tornate a febbraio dell'annos corso e da quel momento non ho mai avuto ritardi... e no, non ho usato alcuna precauzione. Però non mi è mai venuto dentro, quindi non saprei.

    PS perdonami se non commento il tuo post, ma non riesco a leggerlo. Alla seconda riga mi si sono incrociati gli occhi, credo che sia per il corsivo e per il contrasto nero\bianco xD

    RispondiElimina
  3. Cucciola... mi dispiace di sentirti così triste oggi, sembrava andasse tutto bene con G.! Purtroppo sai era così anche per me 2 anni fa...ero più magra di adesso, anzi ero magra e basta ma io non riuscivo a vederlo e quando uscivo con qualche ragazzo continuavo a farmi paranoie, e ancora di più se questo ragazzo mi interessava. Ma posso capire che per te fingere con la persona che ami sia difficile... perchè penso che tu dentro di te desideravi conoscere quei suoi amici ma ti è stato difficile per via del rapporto che hai con il tuo corpo. E credimi...POSSO CAPIRLO BENISSIMO. E' solo che G. come dici tu non riesce a rendersi del tutto conto della situazione e di quanto sia difficile per te affrontare questi momenti. Lui ti vede perfetta...(e LO SEI!), e forse vedendoti così seria e senza troppo entusiasmo ha frainteso pensando che ti scocciasse vedere i suoi amici... per un ragazzo può succedere di vedere le cose così. Spero che abbiate chiarito almeno stasera riguardo a questo..
    Però tu piccola non devi trattenere le lacrime se stai male. G. è lì apposta per te...se ti viene da piangere lui è lì per asciugarti quelle lacrime. Lo so che è difficile e che ci si sente in colpa anche per una cosa del genere, ma quando si sta male dentro ricacciarle indietro non aiuta per niente...
    Scusami se non ti sono di gran consolazione. Sapessi quanto mi sento morire io giorno dopo giorno...davvero non so quale sia il motivo, vorrei solo non dover più provare questo e vorrei che anche per te non fosse così. Mi dispiace...so che quando fra te e G. nasce qualche incomprensione per te è dura da accettare con il fatto che nemmeno a casa non trovi il conforto che cerchi.
    Però non sei la sola a sentirti così... e ricordati che ti sono vicina e ti penso anche se abitiamo lontane.
    Ti voglio tanto bene! <3

    RispondiElimina
  4. Ho letto tutto...
    Hai fatto bene a parlargliene, è giusto che un rapporto si basi sulla sincerità... e se lui non capisce, se non riesce a reggere la situazione, se non riesce a gestirla... beh... credo che semplicemente non abbia le palle. Le persone che scappano da questo genere di situazioni sono dei vigliacchi... ergo, tu non perdi proprio nulla. E' lui ad essere in torno, non devi sentirti tu quella inferiore e quella che sbaglia, tu ce la stai mettendo tutta!!!

    RispondiElimina